TA.RI

Tributo Comunale diretto alla Copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti ANNO 2019


Dal 1° gennaio 2014 è in vigore l’imposta unica comunale (IUC) che si compone
• dell’imposta municipale propria (IMU), di natura patrimoniale, dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali non accatastate nelle categorie A/1-A/8 e A9  e le altre situazioni a esse assimilate o per le fattispecie che fruiscono di specifiche cause di esenzione,
• e di una componente riferita ai servizi, che si articola
   - nel tributo sui servizi indivisibili (TASI), a carico del possessore di abitazione principale,
   - nel tributo comunale sui rifiuti (TARI) diretto alla copertura dei costi relativi al servizio gestione dei rifiuti, a carico dell’utilizzatore.

La disciplina della IUC è contenuta nella legge 27 dicembre 2013, n. 147 (Legge di Stabilità per l’anno 2014) integrata con il Regolamento per la disciplina dell’imposta unica comunale “IUC” approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 21 del 07.04.2014 (parte seconda per TARI) e successive modificazioni.

Per quanto riguarda il tributo sui rifiuti (TARI) il Comune provvederà a recapitare direttamente ai contribuenti gli avvisi di pagamento completi delle informazioni sul tributo e dei modelli F24 precompilati per effettuare il pagamento.
Con delibera di Consiglio Comunale n. 20 del 27 marzo 2019 sono state approvate le nuove tariffe per l’anno 2019.

Si ricorda che la dichiarazione iniziale ha effetto anche per gli anni successivi, permane però l’obbligo di presentare dichiarazione per ogni circostanza intervenuta rilevante ai fini dell’applicazione del tributo e in particolare:

    1. l’inizio, la variazione o la cessazione dell’utenza;
    2. la sussistenza delle condizioni per ottenere agevolazioni o riduzioni;
    3. il modificarsi o il venir meno delle condizioni per beneficiare di agevolazioni o riduzioni. Da dichiarare entro il termine del 31 gennaio dall’anno successivo a quello in cui sono intervenute variazioni.

Da dichiarare entro il termine del 31 gennaio dall’anno successivo a quello in cui sono intervenute variazioni.

La riscossione è prevista in n. 2 rate con scadenza rispettivamente il 30/06/2019 e il 30/09/2019 recapitate dal servizio postale.

DELIBERA N. 20 DEL 27 MARZO 2019 APPROVAZIONE TARIFFE TARI ANNO 2019

DENUNCE UTENZE DOMESTICHE

DENUNCE UTENZE NON DOMESTICHE


 

torna all'inizio del contenuto